Consulto di Cartomanzia

Stai cercando un consulto di cartomanzia professionale e non sai a chi affidarti? Allora sei nel posto giusto. Poche domande e risposte oneste per aiutarti a decidere al meglio quello che puoi fare.

Perché chiedere ad un cartomante?

Consulto di Cartomanzia

Sembra una domanda banale, tuttavia non lo è affatto. Avere bisogno di risposte è una prerogativa umana e un cartomante non è soltanto un artista che sa leggere attraverso le carte.
Può essere un amico, un confidente, uno psicologo e un transito verso una maggiore lucidità.
Affidarti ad uno dei nostri artisti non può che aiutarti ad avere una visione diversa da quella che fino ad oggi ti ha presentato la tua mente

Quali domande fare al cartomante?

Possibilmente il meno possibile. Cerca di arrivare con le idee molto chiare. Perché le carte vengono lette su una tua specifica domanda. Ricorda che si tratta di un gioco e che le risposte possono essere viste come un semplice aiuto a comprendere meglio quello che ti sta accadendo. Spesso consigliamo nei nostri consulti di cartomanzia di vedere le risposte come un consiglio di un amico. Non è assolutamente obbligatorio prendere per totalmente vero quello che che viene detto durante un consulto di cartomanzia. Però tienilo a mente quando porrai la domanda precisa che sia questa in amore, lavoro o futuro.

Come fate a predire il futuro?

Non si tratta di una vera e propria predizione, piuttosto di un acuta lettura delle carte che abbiamo a disposizione al momento della domanda. Quello che facciamo, in un consulto di cartomanzia da anni, è prenderci del tempo per consultare le carte che escono su una specifica domanda e dar loro un interpretazione senza entrare nel merito delle circostanze. Un buon cartomante sa essere onesto senza paura di venir poi giudicato per il suo operato. Ricorda il servizio è offerto a coloro che vogliono ascoltarlo non è imposto.

Vorrei un consulto solo con gli arcani maggiori.

Non è possibile fare un consulto di cartomanzia solo basandosi sugli arcani maggiori. Poiché è come conoscere un alfabeto ma non disporre del dizionario della lingua che vogliamo parlare. Spesso ci viene chiesto di consultare solo gli arcani maggiori perché qualcuno (non abbiamo ancora capito chi) afferma che i consulti siano altrettanto validi. Abbiamo deciso di smentire ufficialmente su questa pagina il consiglio poiché è evidente che la sfumatura che si può affiancare in un consulto di cartomanzia con tutte e 78 le carte del mazzo è più accurata.

La cartomanzia è una scienza esatta?

Quando ci fanno questa domanda ci troviamo piuttosto spiazzati e rispondere è alquanto complicato. Però vogliamo provarvi a spiegare il consulto di cartomanzia in questo modo:

Ponete una domanda all’universo, questo non può rispondervi se non attraverso dei segni. Sin dal II secolo a.c. l’uomo si è affidato ai sensitivi per cercare delle risposte. I nostri artisti non possono guarire, non possono intervenire, non possono dettare regole ma possono leggere dei segnali piuttosto evidenti attraverso il consulto delle carte.

Bisogno poi non lasciarsi condizionare o farlo consapevoli però che la cartomanzia non interviene sui fatti, anzi. Può essere interpretata addirittura male non avendo abbastanza elementi.

Quello che possiamo solo chiedere a chi si rivolge a noi per un consulto è quello di essere più onesto possibile e porre meno domande possibili. Cercando di dare un senso alla risposta che viene letta con il giusto peso e la giusta filosofia.